Ancora sul flusso 51 - PSICOHELP, lo psicologo a portata di click
519
post-template-default,single,single-post,postid-519,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,vss_width_768,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Ancora sul flusso 51

Ancora sul flusso 51

Per chiudere il discorso sul flusso, qualche piccola indicazione degli ingredienti utili a raggiungerlo. Non si tratta di niente di mistico o astratto, anzi le condizioni che portano al flusso sono pratiche e concrete. Con l’esercizio e l’esperienza raggiungere lo stato di flusso non risulterà difficile. E’ improbabile che questa condizione perduri per ore o giorni. Solitamente si tratta di un breve spazio temporale.

Per prima cosa l’attività che sto eseguendo deve piacermi, deve appassionarmi e coinvolgermi

Secondariamente, ci sono dei lavori facili e poco importanti che ci piacciono e ci sono altri lavori che oltre a piacerci sono più importanti e hanno un impatto più duraturo sulla nostra vita. Bene, scegli le attività importanti se vuoi sperimentare il flusso.

Terzo, l’attività non deve essere ne troppo facile, ne troppo difficile. Deve avere un certo grado di difficoltà ma non essere troppo difficile. Ricordi il grafico del post precedente?

Quarto, fallo in un momento di calma dove non hai distrazioni e puoi dedicare la tua attenzione completamente all’attività.

Quinto, impara a concentrarti completamente sull’esperienza e sull’attività (qui la meditazione aiuta)

Sesto, divertiti, non prenderlo come un compito perentorio che DEVI fare.

Settimo, fai pratica. Oltre che a sperimentare il flusso, in questo modo otterrai buoni risultati nell’attività e sarai comunque soddisfatto.

Bene, e questo era quanto.

 

Ora, la parte conclusiva del filmato sottotitolato sullo stato di flow.

Buona visione,

 


 

 

Please follow and like us:
No Comments

Post A Comment