Corso di mindfulness a distanza - PSICOHELP, lo psicologo a portata di click
323
page-template-default,page,page-id-323,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,vss_width_768,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Corso di mindfulness a distanza

Sempre piu’ persone si rivolgono a me chiedendo della mindfulness. Inoltre molte persone in coaching chiedono direttamente se posso insegnare come meditare e come fare mindfulness. Vista la mia esperienza e la mia formazione (come puoi leggere dal mio CV mi sono formato con corsi ufficiali di mindfulness presso una prestigiosa università Inglese e ho fatto attività direttamente con il fondatore della scuola, il Dr. Jon Kabat-Zinn), ho pensato di offrire direttamente un percorso di mindfulness online. Molti centri mindfulness si orientano su questa scelta proprio perche’ l’insegnamento della mindfulness non richiede contatto fisico o la presenza reale di chi insegna. 

Il percorso che propongo è ormai collaudato e in 8 lezioni porta a praticare gli elementi classici della mindfulness. Il corso e’ stato modellato secondo uno dei corsi ufficiali della scuola di Kabat Zinn. La traccia seguita e’ appunto quella del corso MBSR . A differenza di molti colleghi e in linea con i risultati di diverse ricerche penso che lavorare online abbia più vantaggi che svantaggi. Inolte ho preparato del materiale con il quale fare gli esercizi previsti (almeno 45 minuti al giorno) in tutta tranquillità ed in modo semplice. Credo che la cosa più veloce da fare,  nel caso volessi aggiungerti alle diverse decine di persone che hanno fatto l’esperienza, sia di contattarmi (dollamoni@yahoo.com) e chiedermi dirattamente come funziona. Se non sei sicuro/a di avere capito cos’è la mindfulness e cosa può fare per te, ti invito a leggere qualche articolo del mio blog o a chidermi una incontro online (gratuito) di orientamento, senza nessun vincolo.

A differenza dei corsi in presenza (che organizzo nella mia zona) questo corso puo essere seguito in qualsiasi momento della giornata. Ho clienti che chiedono di lavorare in pausa pranzo oppure la mattina alle 6 (per me non e’ un problema in quanto mi sveglio alle 5 per meditare 🙂

Il percorso che propongo ha il vantaggio di costare meno del coaching perchè si tratta di una serie di appuntamenti pre-strutturati (otto sessioni come nel corso ufficiale) dove guido la persona attraverso la scoperta della tecnica. Le lezioni sono tuttavia personalizzate e, a differenza dei corsi tenuti per decine di persone, qui hai l’opportunità di interrompermi e chidermi spiegazioni. L’appuntamento e’ settimanale e durante la settimana verranno consigliati esercizi per un impegno di circa 45 minuti al giorno. Ho creato delle meditazioni guidate traducendole fedelmente da materiale ufficiale proveniente dalle piu’ aurorevoli scuole.

Un altro modo per approfondire l’argomento e’ quello di consulare un sito neutrale come wikipedia a questo link: mindfulness

Qui di seguito, una breve dimostrazione per capire meglio di cosa tratta la mindfulness:

Leggi, senza barare, le poche righe che seguono, una dopo l’altra, senza passare direttamente al fondo, e registra nella tua mente, meglio che puoi, le reazioni e i  pensieri riguardo a quello che stai leggendo.

John si stava recando a scuola.

Era preoccupato per la lezione di fisica.

Non era sicuro di poter tenere ancora la classe sotto controllo.

Questo non faceva parte dei compiti di un bidello

(tratto da:  Teasdale, Segal, Bollati Boringheri 2006).

Sicuramente ti è balzata all’occhio una incongruenza: sembrava si stesse parlando di uno studente, poi è diventato velocemente un professore, e infine si è rivelato un bidello.

Questa cosa sembrerà stranissima, ma la fai in ogni istante della tua vita: vai alle conclusioni senza nemmeno accorgertene, a partire da dati oggettivi che liberamente e arbitrariamente interpreti a tuo  piacere.

E se da un lato questo può essere fonte di creatività, dall’altro ti impedisce di ponderare e scegliere, perché quando questo succede, noi non ti accorgi di cosaa sta accadendo, non conosci il motivo per cui hai fatto una certa scelta, poichè questa è andata in automatico.

Ciò succede perché non sei consapevole.

Essere consapevoli ci aiuta quindi a capire cosa accade nella nostra mente, come un occhio esterno che la osserva nel suo continuo muoversi , e che sorride benevolmente ad essa quando “inciampa” in questi piccoli trabocchetti.