Come guarire dagli attacchi di panico, modulo del corso gratuito online
8220
page-template,page-template-template-layout-full-width,page-template-template-layout-full-width-php,page,page-id-8220,page-child,parent-pageid-8072,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,vss_width_768,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Come guarire dagli attacchi di panico, focus sulla respirazione

[cs_content][cs_section bg_color=”rgba(101, 224, 222, 0.37)” parallax=”false” style=”margin: 0px;padding: 45px 0px;”][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][cs_text]Abbiamo parlato di diversi sintomi che accompagnano gli attacchi di panico. In questo modulo del corso iniziamo a parlare di come guarire dagli attacchi di panico. Una delle cose che, se controllata puo’ fare la differenza e ridurre la maggior parte di questi sintomi. L’iperventilazione è un sintomo ma è anche una causa di altri sintomi che aggravano la sindrome da attacco di panico. Questa duplice veste di sintomo e causa rende l’iperventilazione (che poi non è altro che una respirazione veloce e superficiale) un’arma eccellente nella lotta agli attacchi di panico. Altri consigli pratici sul come guarire dagli attacchi di panico li trovi nel modulo “attacchi di panico cosa fare“.[/cs_text][/cs_column][/cs_row][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_accordion][x_accordion_item title=”La respirazione come punto di incontro fra conscio e inconscio” open=”true”]Una domanda che faccio spesso ai miei clienti/pazienti è: qual è l’azione piu frequente, l’atto che ci accompagna in ogni momento che è solitamente controllato dall’inconscio (la parte non inconsapevole di noi) e che puo’ essere anche facilmente controllato dalla mente conscia? come guarire dagli attacchi di panicoBene, la risposta è facile, specialmente ora che hai letto il titolo del paragrafo: il respiro. Prova a fare un esperimento, prova a portare l’attenzione sul tuo respiro ora. Inspirazione, espirazione, aria fresca che entra, aria calda che esce. Non ci stavi pensando ma stavi respirando e questo fa del respiro una cosa controllata da un sistema nel tuo cervello che funziona in automatico. Forse hai anche notato che la respirazione non è sempre uguale ma cambia con il cambiare dello stato d’animo. Quando c’è ansia e agitazione la respirazione tende a divenire piu’ superficiale (si respira di petto, con la parte alta dei polmoni) e tende a diventare piu’ veloce. Quando sei calma/o rilassata/o, questa è più lenta e profonda. Ma che effetti ha una respirazione più veloce e superficiale?[/x_accordion_item][x_accordion_item title=”Troppa aria soffoca” open=”false”]Più del 60% degli attacchi di Come guarire dagli attacchi di panico smettendo di iperventilarepanico sono accompagnati da iperventilazione e molte persone che soffrono di attacchi di panico tendono a respirare male anche quando non hanno attacchi. Il paradosso è che quando si iperventila si introduce velocemente troppo ossigeno e si ha una sensazione di soffocamento. Si, hai capito bene, la sensazione di soffocamento è data dall’eccesso di ossigeno, dato dalla respirazione veloce e superficiale tipica dell’attacco.
Il nostro corpo ha bisogno di una certa dose di ossigeno e di una certa dose di anidride carbonica per poter usare l’ossigeno. Se c’è troppo ossigeno che entra il delicato equilibrio si rompe e nei polmoni lo scambio Ossigeno/anidride non avviene correttamente e ti sembra di soffocare.[/x_accordion_item][x_accordion_item title=”Ridurre l'iperventilazione” open=”false”]L’iperventilazione provoca:
– testa leggera
– palpitazioni
– dolori al petto
– intorpidimento degli arti
– tremori
– sudorazione
Sono sintomi famigliari eh?! Per ridurre l’iperventilazione è possibile rallentare consciamente (ricordi che se vuoi puoi controllare il respiro) la respirazione e provare a respirare con l’addome e non con la parte superiore dei polmoni.
respirazione mano addome per curare l'attacco di panicoIl modo migliore per farlo è quello di mettersi una mano sulla pancia e provare a respirare dilatando il ventre e spingendo la mano appoggiata piu’ in fuori possibile. E’ un esercizio che puoi fare anche ora. Mano sulla pancia e, anziché respirare e riempire i polmoni utilizzando la parte superiore (petto, sterno) prova ad inspirare ed espirare alzando e abbassando la mano che poggia delicatamente sulla tua pancia. Questo trucco, fatto rallentando anche la frequenza della respirazione è un killer dell’iperventilazione. Ovviamente se ti eserciti a farlo sarà poi più semplice farlo durante un attacco.[/x_accordion_item][x_accordion_item title=”La respirazione 7:11″ open=”false”]Una regola per respirare in modo da annullare i sintomi dell’attacco (se riesci a farla è garantito il rilassamento del sistema nervoso, si tratta di una legge biologica) è quella della respirazione 7:11.
Sarebbe meglio farla con una guida ma puoi provare anche da solo/a. In pratica inspiri con la pancia e conti fino a 7, poi trattieni qualche secondo ed espiri contando fino ad 11. Questa inspirazione più breve dell’espirazione riduce potentemente i sintomi degli attacchi di panico. Questa tecnica impiega 90 secondi per funzionare, ma nonostante i pensieri catastrofici che si fanno durante l’attacco di panico, funziona e rilassa il sistema nervoso.

[/x_accordion_item][x_accordion_item title=”Trucchi da film” open=”false”]sacchetto carta da filmUn altro trucco che sicuramente avrai visto in qualche film è quello di abbassare i livelli di ossigeno respirando qualche volta in un sacchetto di carta. La respirazione nel sacchetto è tuttavia più problematica e, per chi soffre di attacchi di panico è anche più imbarazzante. Ci sono poi delle respirazioni Yoga o meditative che se imparate saranno di grande aiuto nel contrastare l’iperventilazione. A tale proposito sto lavorando su un file audio che guidi le respirazioni più efficaci.[/x_accordion_item][/x_accordion][/cs_column][/cs_row][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_button shape=”pill” size=”global” block=”true” circle=”false” icon_only=”false” href=” https://www.psicohelp.it/curare-gli-attacchi-di-panico/sintomi-degli-attacchi-di-panico/” title=”” target=”” info=”popover” info_place=”top” info_trigger=”hover” info_content=”Il cervello nel panico”]Vai al prossimo modulo del corso[/x_button][x_gap size=”50px”][/cs_column][/cs_row][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”] [/cs_column][/cs_row][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_button shape=”pill” size=”global” block=”true” circle=”false” icon_only=”false” href=”https://www.psicohelp.it/curare-gli-attacchi-di-panico/” title=”” target=”” info=”popover” info_place=”top” info_trigger=”hover” info_content=”ti porta all’indice del corso”]Vai all’inizio del corso[/x_button][/cs_column][/cs_row][/cs_section][/cs_content]