Capire le cause degli attacchi di panico è il primo passo per prevenirli
8188
page-template,page-template-template-layout-full-width,page-template-template-layout-full-width-php,page,page-id-8188,page-child,parent-pageid-8072,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,vss_width_768,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Approfondiamo origini e cause degli attacchi di panico

[cs_content][cs_section bg_color=”rgba(101, 224, 222, 0.37)” parallax=”false” style=”margin: 0px;padding: 45px 0px;”][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][cs_text]Come scritto nel modulo precedente, per capire le cause degli attacchi di panico dobbiamo considerare fondamentalmente una cosa: per centinaia di migliaia di anni siamo stati esposti al rischio di morire perchè attaccati da un predatore o da un avversario. Durante questo lungo periodo ci ha fatto comodo avere la reazione di attacco o fuga. Nel primo caso attaccavamo la cosa/animale/persona che ci minacciava, nel secondo caso scappavamo a gambe levate. Entrambe queste attività avevano bisogno di sangue che alimentasse gli arti, ossigeno che riempisse i polmoni e adrenalina che facesse pompare velocemente il cuore. Ebbene, avrai già capito che questi che ho appena descritto sono tutti sintomi degli attacchi di panico.[/cs_text][/cs_column][/cs_row][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_accordion][x_accordion_item title=”Attaco o fuga” open=”true”]La risposta attacco o fuga, cause degli attacchi di panicomolto utile un tempo è ancora presente nella nostra mente più antica ed ecco che questo circuito neurale potentissmo viene fatto scattare (inconsciamente) durante un attacco di panico. Respirazione veloce, iperossigenazione, vampate di caldo, cuore che batte all’impazzata e mancanza di saliva sono caratteristiche spesso presenti durante l’attacco di panico. Questi cambiamenti fisiologici sono fra le cause fisiologiche degli attacchi di panico. Sono in pratica parte di un loop dove la causa prima è una paura, che provoca una serie di alterazioni fisiologiche, che a loro volta sfociano nell‘attacco di panico. Il problema è che oggi abbiamo sviluppato una parte razionale del cervello che abitualmente ha il controllo e governa i nostri comportamenti. Se la minaccia che ha scatenato i sintomi dell’attacco di panico è inconscia/inconsapevole la parte razionale del nostro cervello va in tilt e prova a giustificare i sintomi fisiologici che non sa come spiegare. Le spiegazioni più logiche che la parte razionale ci da sono tremende:  di solito, le persone hanno paura, di morire o di impazzire. Questa razionalizzazione innesca un loop che alimenta ancora di più il panico.[/x_accordion_item][x_accordion_item title=”Attacco di panico: più veloce del pensiero” open=”false”]Quando sei in una situazione di imminente pericolo (che sia percepita consciamente o inconsciamente), pensare a come organizzare le difese potrebbe costarti la vita. Il comando del tuo corpo è regolato in questi casi dal sistema nervoso autonomo. Ovviamente è importante arrivare a capire come si manifestano gli attacchi di panicosintomi degli attacchi di panico Questo perchè una volta compresa la manifestazione (i sintomi iniziali degli attacchi di panico) sarà più semplice mettere in atto delle contromisure. La reazione di panico è molto più rapida dei tuoi pensieri, per questo quando il panico ti asssale non riesci a reagire razionalmente e le emozioni di paura si impossessano della tua mente e del corpo. Il paradosso è che, quando la tua mente riesce a razionalizzare, le spiegazioni che si da, come dicevamo poco sopra, sono ancora più paurose. Come vedremo più avanti, i messaggi più frequenti che una persona si ripete mentalmente sono del tipo: “oh mamma, sto morendo” oppure “sto impazzendo”… etc[/x_accordion_item][x_accordion_item title=”Cosa succede durante gli attacchi di panico” open=”false”]In questo paragrafo mi focalizzerò anche sulle cause degli attacchi di panico, imputabili a cambiamenti ormonali e fisiologici. Importante è capire che accadono molte cose quando il tuo corpo e la tua mente si predispongono ad un’emergenza e la tua vita è in pericolo. Che la minaccia sia vera oppure immaginata o anche inconscia, la reazione è la medesima. L’adrenalina e altri ormoni/neurotrasmettitori, inondano il tuo corpo per preparare i muscoli alla battaglia o alla fuga. La respirazione aumenta, i battiti del cuore si fanno sentire nel petto. fisiologia e cause degli attacchi di panicoCerti muscoli si preparano all’azione e questo potrebbe causare dei tremori e delle sensazioni strane agli arti. I palmi delle tue mani possono iniziare a sudare per preparare il derma alla lotta. Il sangue viene dirottato dallo stomaco agli arti e questo provoca delle sensazioni di nausea.

Altri cambiamenti che accadono durante l’attacco di panico sono meno evidenti, come il dilatarsi delle pupille in modo che entri piu’ luce e la vista si acuisca. In certi casi si ha anche la sensazione di dover defecare. E il vomitare o defecare in molti animali precede la fuga e funge da stratagemma per l’alleggerimento.  Ricorda, tutti questi cambiamenti dell’organismo sono utili alla sopravvivenza (nell uomo antico). Come abbiamo visto nel primo modulo del corso, gli attacchi di panico sono spesso delle forti reazioni di attacco/fuga che vengono innescate da paure o pericoli percepiti più o meno consciamente. Quindi, diciamo che le paure di oggi possono essere molto diverse (paura di non farcela a scuola, al lavoro, di non essere all’altezza) ma le reazioni drammatiche sono le medesime di migliaia di anni fa.[/x_accordion_item][/x_accordion][/cs_column][/cs_row][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_button shape=”pill” size=”global” block=”true” circle=”false” icon_only=”false” href=”https://www.psicohelp.it/curare-gli-attacchi-di-panico/credenze-che-alimentano-gli-attacchi-di-panico/” title=”” target=”” info=”popover” info_place=”top” info_trigger=”hover” info_content=”Credenze che alimentano gli attacchi di panico”]Vai al modulo successivo[/x_button][/cs_column][/cs_row][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_gap size=”50px”][/cs_column][/cs_row][cs_row inner_container=”true” marginless_columns=”false” style=”margin: 0px auto;padding: 0px;”][cs_column fade=”false” fade_animation=”in” fade_animation_offset=”45px” fade_duration=”750″ type=”1/1″ style=”padding: 0px;”][x_button shape=”pill” size=”global” block=”true” circle=”false” icon_only=”false” href=”https://www.psicohelp.it/curare-gli-attacchi-di-panico/” title=”” target=”” info=”popover” info_place=”top” info_trigger=”hover” info_content=”Ti porta all’indice del corso”]Vai all inizio del corso[/x_button][/cs_column][/cs_row][/cs_section][/cs_content]