Lo psicologo, solo per chi soffre di disturbi? 234 - PSICOHELP, lo psicologo a portata di click
509
post-template-default,single,single-post,postid-509,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,vss_width_768,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Lo psicologo, solo per chi soffre di disturbi? 234

Lo psicologo, solo per chi soffre di disturbi? 234

Daniel Kahneman  dopo aver a lungo studiato il rapporto tra benessere economico e felicità è giunto alla conclusione che tra le due cose non vi è relazione diretta, ne a livello macroscopico (nazioni) ne a livello microscopico (individui): nel 2002, il Nobel per l’economia è stato assegnato a chi ha dimostrato il fallimento di diverse teorie economiche che hanno governato il mondo occidentale in questi ultimi secoli.
La rincorsa al benessere, che dovrebbe essere il terreno nel quale coltivare la felicità, oltre a non darci la felicità, si dimostra una corsa fallimentare; una corsa che non solo non ha alcun traguardo ma che si dimostra anche sempre più pericolosa.

In questi tempi di crisi penso possiamo riflettere.. forse questa crisi non è poi cosi male.. forse è occasione per ri-scoprire qualcosa che va oltre il consumo di beni.

Caro lettore ti lascio alla seconda parte dell’intervento sulla psicologia positiva di Seligman,

 

Please follow and like us:
No Comments

Post A Comment