Morire di Piacere un contributo da una psicologa online - PSICOHELP, lo psicologo a portata di click
533
post-template-default,single,single-post,postid-533,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,vss_width_768,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Morire di Piacere un contributo da una psicologa online

Morire di Piacere un contributo da una psicologa online

Ciao,

vorrei fare qualcosa di utile e come spesso mi capita, lo spunto è dato dalla richiesta di un mio cliente. Quanti modi esistono per procurarsi il piacere a poco prezzo? La nostra società e in particolare chi vende, ha imparato a trovare modi più o meno sofisticati per venderci il piacere. Si, la vendita di un prodotto o un servizio si è ridotta alla vendita di un oggetto in grado di darci un piacere, solitamente effimero e di breve durata. Siamo un po abituati a questo genere di cose: veloci, relativamente poco costose e in grado di fornire un piacere veloce veloce.

Nel filmato che propongo questa settimana una brava e capace psicologa ci parla di come esperimenti fatti (purtroppo) su animali, possano aprirci gli occhi e farci ragionare su quanto siamo assoggettati a questo genere di tranelli e trappole. Da un certo punto di vista è come se avessimo gli elettrodi che nel filmato sono piantati nel Nucleus Accumbens dei poveri topolini. Nel caso umano, anziche esserci dei cavi che alimentano gli eletrrodi, esistono immigini e messaggi, che passando per vie non sospette come occhi e orecchie e vanno a stimolare i nostri centri del piacere.

Il piacere ha una funzione adattiva, in teoria ci piace cio’ che fa bene. E proprio il piacere dovrebbe alimentare la nostra motivazione nel fare cio’ che è salutare per la nostra specie. Ci piace il sesso perchè il fine ultimo, che madre natura aveva in mente, era quello di procreare. Ci piace bere quando abbiamo sete perchè questo ci permette di mantenere un certo equilibrio e una certa omeostasi. Ma ti sei mai chiesto perchè ti piacciano molte altre cose che non hanno una relazione proprio cosi diretta con la sopravvivenza di te stesso o della specie?

Nel filmato qui sotto è spiegato come la maggior parte delle cose che possono danneggiarci possa essere desiderata. Ma scusa, il piacere non doveva essere la nostra guida verso la sopravvivenza? E allora come è accaduto che sia diventato qualcosa che puo’ fare proprio il contrario?

Ti lascio alla lezione magistrale per scoprirlo.

Buona visione,

 

 

Please follow and like us:
No Comments

Post A Comment