Psicologo che usa Skype: si o no?
7870
post-template-default,single,single-post,postid-7870,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,vss_width_768,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Psicologo Skype si o no?

Psicologo Skype si o no?

Psicologia e tecnologia

Dieci anni fa, non esistevano applicazioni per smartphone. Oggi, ci sono più di 100.000 app e software dedicati alla salute. Si stima che circa il 6% di questi siano specificatamente progettati per la salute mentale. La tecnologia offre ancora più modi per fornire assistenza sanitaria senza che i pazienti debbano in realtà visitare il proprio medico o psicologo. In particolar modo il lavoro dello psicologo si presta meglio di quello medico alla virtualizzazione. La domanda sull’efficacia del supporto psicologico e della psicoterapia è oggi giorno più che legittima.  Il fatto che alcune psicoterapia siano efficaci è cosa accettata e riconosciuta dalle persone e dalla maggior parte della comunità scientifica.  Se pensiamo alla preistoria del trattamento psicologico in versione informatica non possiamo trascurare che anche molto tempo fa esistevano software che operavano in questo campo, la psicoterapia automatizzata era infatti già realtà nel lontano 1980. I software erano installati su computer e sistemi telefonici di risposta vocale. Questi programmi furono progettati con un’impostazione comportamentale e le persone che interagivano con essi potevano fissare degli obiettivi e seguire dei protocolli. Il tutto era possibile senza un terapeuta umano. Oggi lo psicologo che usa skype è visto come la naturale evoluzione dello psicologo tradizionale.

psicologo via skype

 

 

Psicologia dei nostri tempi e psicologo che usa Skype

Oggi, in diverse parti del mondo, i software sono di aiuto a terapeuti e psicologi. Questi possono interagire con i propri CYGY.compazienti usando la rete come medium. I software sono anche installabili su smartphones e sono di supporto al lavoro fatto dal professionista che, in questo modo può seguire da vicino il paziente/cliente. Molte app permettono di registrare parametri come gli stati d’animo, i sintomi, alcune grandezze fisiologiche è possono anche avere un ruolo attivo nel dare dei prompt di stimolazione a certi comportamenti concordati con il terapeuta.

Indubbiamente un altro dei principali vantaggi del fornire tecnologie per la salute mentale online o tramite una app è che molte più persone possono oggi accedere ad una cura/supporto. Le persone che vivono in zone isolate e chi ha problemi a spostarsi ha ora la possibilità di trovare uno psicologo Skype e di lavorare a distanza.  Quello che oggi diventa interessante è capire se queste “psicotecnologie” siano altrettanto efficaci quando la fruizione avviene attraverso internet.

 

Lo psicologo skype funziona davvero?

In un interessante articolo pubblicato su World Psychiatry, la rivista della World Psychiatric Association, il Dr. Elias Aboujaoude della Stanford University e colleghi hanno cercato di capire a che punto fosse la ricerca nel campo della “telepsicologia” ovvero l’erogazione a distanza di trattamenti psicologici. La ricerca ha evidenziato aspetti positivi e cose da ricercare ulteriormente e approfondire.  In molti casi la psicoterapia via internet si è mostrata efficace tanto quanto lo era la psicoterapia in studio. Va detto che le misure sono state fatte su un particolare tipo di psicoterapia, quella comportamentale. Fobia sociale, fobie specifiche e molti altri disturbi sembrano, secondo questa ricerca, potelogor essere trattati dallo psicologo via Skype.

Non solo questa ma sempre più ricerche e meta ricerche dicono che, specialmente la psicoterapia cognitivo comportamentale erogata da uno psicologo che usa skype funziona come la terapia fatta in studio, anzi a volte è anche meglio. I ricercatori arrivano ad affermare che la terapia erogata via internet ha dei vantaggi non indifferenti perché permette ai pazienti di essere seguiti spendendo meno soldi in spostamenti. Allo stesso tempo permette ad un professionista psicologo/psicoterapeuta di seguire più pazienti e con l’uso delle app. Con queste ultime si hanno delle misure più affidabili su quali siano i comportamenti e le abitudini dei pazienti stessi.

 

Sempre più conferme sulla psicoterapia online

Altre ricerche hanno dimostrato l’efficacia psicoterapeutica d’interventi erogati tramite internet. In particolare mi riferisco a uno studio condotto da un pool di ricercatori del Institute for Health and Care Research di Amsterdam. In questa ricerca si evince che un supporto via internet strutturato e regolare nel tempo, da risultati significativi per quanto riguarda la depressione. La ricerca è stata condotta confrontando diversi gruppi di persone con problemi di ansia e depressione. I risultati mostrano che l’intervento è stato significativamente efficace sul gruppo che aveva un supporto settimanale erogato via internet.

psicologo che usa skypeUn altro studio fatto recentemente ha misurato l’efficacia della terapia comportamentale per il disturbo dismorfofobico La terapia è stata erogata via internet il gruppo di controllo era costituito da persone che hanno ricevuto un supporto psicologico molto simile a quello che ogni persona potrebbe ricevere nella vita normale, se non si rivolgesse ad un professionista della salute mentale. L’intervento cognitivo comportamentale via internet è risultato significativamente più efficace del supporto psicologico. A tre mesi dalla fine del trattamento il 39% dei partecipanti nel gruppo trattato con il protocollo cognitivo comportamentale non soddisfaceva più i criteri per la diagnosi del disturbo dismorfofobico.

 

Cosiderazione finale

Da quanto ho letto posso pensare che la terapia fatta online sia efficace e stia prendendo piede. Personalmente penso che la cosa sia positiva e permetta a molte più persone di beneficiare dell’aiuto della psicoterapia stessa. Nel nostro paese non si fa terapia online e la posizione dell’ordine è, per quanto ne so, abbastanza conservativa. Spero che con l’avanzare della ricerca e magari seguendo certi standard si possa un giorno proporre la psicoterapia-online, anche qui in Italia.

 

 

 

Please follow and like us:
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.